Cannabis contro gli eczemi

Cannabis contro gli eczemi

La canapa o cannabis è una pianta che cresce naturalmente. In fitoterapia, la cannabis è considerata una cura efficace per varie malattie. In questo contesto, la cannabis ha un effetto salutare sul corpo e sulla mente.

Anche le malattie della pelle possono essere trattate efficacemente con la cannabis e l’assistenza medica. Questo include il trattamento dell’eczema. Molte persone soffrono di sintomi che sono spesso insopportabili. Questo può variare da arrossamento della pelle a vesciche e desquamazione. La cannabis può essere usata come medicinale se assunta nella giusta dose.

La cannabis è una delle più antiche erbe medicinali sulla terra. Per molti millenni la cannabis è stata utilizzata nel mondo della medicina tradizionale per il trattamento di successo di varie malattie. L’uso medico della cannabis non è solo finalizzato ad alleviare il dolore ed il disagio, ma in alcuni casi anche a guarire completamente da una malattia.

L’uso della cannabis si ritrova di fronte a molte critiche. Soprattutto dalla parte occidentale del mondo. Ciò è condivisibile nel contesto del consumo illegale di droghe. Tuttavia la cannabis medicinale ha dimostrato di essere efficace e molti anni di ricerca hanno dimostrato che l’erba medicinale può aiutare in particolare con numerose malattie della pelle, tra le quali l’eczema.

L’eczema: cos’è?

L’eczema è una malattia infiammatoria della pelle. Queste reazioni cutanee non sono infettive. Ogni eczema può avere una modalità d’innesco differente. In generale, la reazione cutanea inizia con un arrossamento seguito da

  • Vesciche sulla pelle
  • Umidità cutanea
  • Incrostazione
  • Desquamazione

Spesso viene anche chiamata dermatite invece di eczema. La dermatite è un termine più ampio che include anche tipi di dermatite che non sfociano in eczema.

I tipi di base di eczema sono i seguenti:

  • eczema atopico
  • dermatite allergica da contatto
  • dermatite da contatto tossico

L’ eczema atopico è chiamato dermatite atopica. È il tipo di reazione cutanea più comune tra le malattie della pelle non infettive. I sintomi che si manifestano sono:

  • secchezza
  • prurito
  • rossore
  • e pelle screpolata.

Per coloro che ne sono affetti, questi sintomi possono diventare insopportabili. Le macchie sono spesso percepite come sgradevoli. A seconda dell’intensità della particolare reazione cutanea, può anche portare alla limitazione dei contatti sociali delle persone perché si allontanano a causa dell’aspetto esteriore. Soprattutto i bambini in giovane età devono combattere con l’eczema atopico. Il più delle volte, questo tipo di reazione cutanea dura a lungo. Questa malattia della pelle può anche durare una vita. Diventa un compagno spiacevole costante che può distruggere in modo permanente un pezzo di qualità della vita.

L’uso della cannabis può migliorare in modo significativo l’eczema atopico.

Ad oggi, non è stato dimostrato quale sia la causa dell’eczema atopico. Senza causa, è particolarmente difficile sviluppare metodi utili. Tuttavia, la medicina tende ad avere diversi fattori che potrebbero essere considerati fattori scatenanti. Un fattore probabile è la presenza di una o più allergie. Molte persone che soffrono di allergie hanno anche eczema atopico. Spesso questo tipo di malattia della pelle è associata a reazioni allergiche, come raffreddore da fieno o asma.

Esiste anche un’associazione con reazioni allergiche a determinati detergenti o saponi. Il contatto con i rispettivi ingredienti può portare a reazioni cutanee corrispondenti, che possono anche interessare l’intera area cutanea del corpo. Ma non solo vengono prese in considerazione le allergie da contatto, ma anche eventuali allergie alimentari.

La dermatite allergica da contatto è uno degli eczemi possibili della pelle umana, che si basa su una risposta immunitaria ritardata del corpo. L’innesco per questa tipologia di eczema è un allergene da contatto, che agisce dall’esterno. Spesso, tuttavia, è difficile identificare con precisione l’allergene scatenante, perciò la malattia continua  a ripetersi nel corso della vita.

La dermatite da contatto tossico ha un danno immediato e difetti superficiali. La pelle cambia in modo acuto ed eczematoso. L’agente scatenante per questa tipologia è di solito una sostanza che ha un effetto tossico. Questo tipo di reazione cutanea di solito si verifica sulle mani o sugli avambracci.

L’elenco di tutti gli eczemi sarebbe decisamente lungo. È noto che la dermatite da stasi influisce sulla parte inferiore delle gambe e causa disturbi del flusso sanguigno, mentre l’eczema nummulare  può estendersi per tutta la pelle del corpo umano. Questo tipo di reazione cutanea si manifesta in chiazze circolari. In caso di eczema seborroico si verificano come reazione cutanea macchie disidratate rossastre. Ciò colpisce in particolare la testa e l’area facciale. L’ eczema disidrotico causa invece vesciche nella zona della mano e del piede.

L’effetto curativo della cannabis sull’eczema

Una persona che soffre di reazioni cutanee di questo tipo, deve lottare con molte altre conseguenze. Da un lato, i sintomi insopportabili come il prurito costante sulla pelle, e dall’altro lato, l’aspetto esteriore che può causare l’allontanamento dai contesti e dal contatto sociale per paura del rigetto. In breve, diminuisce la qualità della vita.

L’uso medico della cannabis può contribuire in modo massiccio all’infiammazione. Se le cellule immunitarie reagiscono ad un agente scatenante, il risultato è lo sviluppo di infiammazione sulla pelle umana. Assumere un integratore di cannabis può aiutare ad alleviare rapidamente questi sintomi.

In uno studio pubblicato sulla rivista medica Experimental Dermatology, sembra possibile un effetto terapeutico dell’erba curativa sulla pelle umana grazie alla presenza del sistema endocannabinoide. Il sistema endocannabinoide appartiene a una parte del sistema nervoso umano. Comprende i recettori cannabinoidi CB1 e CB2. Si dice che questi recettori svolgano un ruolo importante nella regolazione del sistema immunitario. Grazie al cambiamento di questo sistema attraverso l’uso della cannabis come farmaco medicinale, dovrebbe essere possibile trattare con successo le malattie della pelle.

Secondo la pubblicazione scientifica la cannabis ottiene un posto nel trattamento futuro delle malattie della pelle, perché i cannabinoidi in questo contesto possono avere una proprietà immunosoppressiva e quindi potrebbero essere considerati come potenziali farmaci.

Ma non  era stata testata solo una diminuzione delle reazioni cutanee, ma anche un declino di varie reazioni allergiche ad alcuni allergeni. Infine, si sottolinea che sulla base delle attuali ricerche, l’uso terapeutico dei cannabinoidi in diverse malattie della pelle può avere successo e quindi si può tranquillamente affermare che la cannabis ha un effetto benefico sulla pelle. Può infatti addirittura essere impiegata come un trattamento di supporto per il cancro della pelle.

Quando il sistema endocannabinoide è in squilibrio, può causare malattie della pelle. Le funzioni dei cannabinoidi hanno il compito di agire sullo squilibrio di questo sistema, che reagisce immediatamente ad essi.

Un altro studio, pubblicato sulla rivista Pharmacological Sciences, conferma il potenziale ruolo cruciale del sistema endocannabinoide nella salute delle cellule della pelle umana.

L’uso di cannabinoidi rigenera le cellule della pelle e riduce i sintomi. Questo vale per numerose malattie della pelle. È stato anche dimostrato che i cannabinoidi hanno effetti antinfiammatori, che possono essere utili nel trattamento della dermatite allergica da contatto e della dermatite atopica.

Di studi ne esistono svariati, ma tutti sono concordi nell’affermare che la cannabis può avere un effetto benefico sulla pelle umana. In medicina, la cannabis è già inclusa come farmaco da prescrizione per il trattamento delle malattie della pelle.

La cannabis da un punto di vista legale

Anche se è dimostrato che la cannabis può avere effetti curativi sulle malattie e le erbe sono state a lungo utilizzate in medicina, non c’è ancora una cannabis approvata come farmaco per il trattamento specifico delle malattie della pelle o eczema.

Gli Stati Uniti sono il paese che rifiuta il divieto di cannabis in relazione all’uso delle erbe curative. Sia a Washington DC che nello stato della California, è possibile per i medici autorizzare i pazienti a usare cannabis.

Per coloro che soffrono di malattie della pelle, Massachusetts, Oregon e Rhode Island possono prescrivere la cannabis medica attraverso una prescrizione medica.

In Germania, l’uso della cannabis come medicinale è limitato alle persone gravemente malate. Il costo di uso medico della pianta di cannabis viene in genere coperto dall’assicurazione. Ma prima deve essere dimostrato che sono state utilizzate altre opzioni di trattamento per curare questa malattia.

Attualmente, la cannabis è comunemente usata contro la sclerosi multipla o alcune malattie mentali.

Uso di cannabis per l’eczema

Esistono già prodotti disponibili sul mercato progettati per uso locale. L’eczema si sviluppa sulla superficie della pelle e non all’interno. Ha quindi senso applicare i prodotti contenenti cannabinoidi direttamente sulla pelle colpita, al fine di contrastare ulteriori processi infiammatori della pelle malata.

Può risultare molto utile l’uso di sapone di cannabis. Questo è conveniente e legale. Il sapone di canapa può essere prodotto anche con una concentrazione di cannabinoidi più intensa. In questo modo è possibile migliorare l’effetto curativo sulla pelle malata.

Lo stesso vale per l’acquisto di unguenti e varie lozioni contenenti cannabinoidi. Questi unguenti hanno un effetto lenitivo sui sintomi della dermatite e un ulteriore effetto benefico sulla pelle umana. Prodotti a base di olio di canapa contengono importanti acidi grassi che sono importanti per la salute della pelle. L’olio di canapa o le creme possono influenzare direttamente la persona che soffre di una condizione della pelle. Inoltre, la cannabis è anche solubile in acqua sotto forma di additivi per bagno di canapa.

Il CBD (olio di CBD) è contenuto in particolare nella fibra della canapa. Il tetraidrocannabinolo (THC), d’altra parte, si trova solo in determinate varietà di canapa. Mentre il tetraidrocannabinolo può avere un effetto psicotropo, il CBD si comporta diversamente. L’olio di CBD non ha questi effetti. Pertanto, questo olio è legalmente disponibile sul commercio.

Attraverso l’uso della cannabis, la persona che soffre di una malattia della pelle può migliorare la qualità della propria vita.

 

This article is also available in:
Kann Cannabisöl gegen Ekzeme helfen?Kann Cannabisöl gegen Ekzeme helfen?